Windows Update smetterà di funzionare su Windows 7 e 8.1 su sistemi con processore di settima generazione (Intel Kaby Lake o AMD Ryzen)

Le macchine Windows 7 e Windows 8.1 che utilizzano le CPU di ultima generazione come Intel Kaby Lake e AMD Ryzen non riceveranno più alcun aggiornamento tramite Windows Update.

Hardware non supportato

Microsoft realizza, a partire da questo mese, ciò che era stato ventilato alcune settimane fa: I sistemi Windows 7 e Windows 8.1 con Kaby Lake o Ryzen non si aggiorneranno.

Installando gli aggiornamenti del mese di aprile 2017, rilasciati martedì scorso, i possessori di sistemi Windows 7 e Windows 8.1 che utilizzano i nuovi processori Intel Kaby Lake e AMD Ryzen non potranno più utilizzare Windows Update.
Neppure gli aggiornamenti di sicurezza, quindi, verranno più inviati sulle macchine che usano CPU di nuova generazione con vecchie versioni di Windows.

La nuova politica di Microsoft riguarderà anche alcuni modelli di CPU Intel Skylake di sesta generazione: in alcuni casi gli aggiornamenti di Windows Update potranno continuare a essere installati mentre in altri ciò non sarà più possibile. Alcuni produttori hardware (16 in tutto), hanno comunque effettuato dei test in proprio e continueranno a garantire piena compatibilità con Windows 7 e Windows 8.1 relativamente agli Skylake installati sui loro sistemi.

D’ora in avanti tutti i nuovi processori saranno supportati esclusivamente da Windows 10.
La mossa di Microsoft deriva, evidentemente, da alcune valutazioni dei tecnici della società di Redmond: si ritiene che alcune delle nuove funzionalità introdotte nei Kaby Lake e nei Ryzen possano causare problemi di stabilità e una serie di “effetti indesiderati” sia in Windows 7 che in Windows 8.1.

Ovviamente per risolvere il problema la Microsoft consiglia di aggiornare il sistema a Windows 10. Tutte le info su questo link

Fonte: Il.Software.it

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi